La teoria della rovina del giocatore d’azzardo dovrebbe essere nota a chiunque ami i giochi da casinò. Nella sua forma più semplice, essa determina le dimensioni del bankroll di cui un giocatore necessita e il modo in cui questi debba modificare le proprie puntate sulla base del volume del primo. L'obiettivo di ogni giocatore serio è quello di massimizzare le proprie probabilità di vittoria e ridurre al minimo i rischi. Succede che durante le serie negative si tenda a forzare la mano e alzare la posta, ma questo può avere risultati rovinosi. Il mio augurio è che leggendo questo articolo molti giocatori evitino in futuro di dilapidare completamente i loro bankroll.

La curva dei risultati dei giochi d'azzardo nei quali è possibile avere un vantaggio, in particolare a 21, potrebbe essere rappresentata su un grafico con quella che i matematici chiamano un passeggiata aleatoria con drift positivo. Ciò significa che, pur dovendo attraversare serie di risultati vincenti e altre perdenti, con l'aumentare del numero di mani la tendenza generale rimane positiva.

La passeggiata aleatoria definisce come il risultato desiderato si realizzi all'aumentare del numero di eventi, in questo caso di mani. Si può pensare a un ubriaco che uscito dal pub voglia raggiungere la fermata dell'autobus: alla fine ci riuscirà, ma dopo aver barcollato a destra e a sinistra e dopo aver percorso un cammino contorto, certamente non il più diretto possibile.

Cosa trarre da queste valutazioni? Che il gioco d'azzardo comporta dei rischi, anche nel caso in cui si abbia un vantaggio, e che chiunque è tenuto a prendere le precauzioni più appropriate per evitare di sballare. Avere un bankroll sufficientemente cospicuo per sopperire a eventuali oscillazioni negative è fondamentale. Facciamo un esempio con un moneta: io pago a te due dollari ogni volta che esce testa e tu a me ne paghi uno ogni volta che esce croce. È una buona scommessa per te no? Certo, ma per iniziare devi avere più di cinque dollari da scommettere, perché in caso contrario basterebbe una breve serie negativa per lasciarti senza nulla in mano.

Lo stesso concetto si applica ad altri giochi d'azzardo. A blackjack un metodo comunemente utilizzato per determinare il rischio che un giocatore corre di dilapidare il proprio bankroll è combinare il numero di big bets effettuate al vantaggio con il quale le si effettua. La tabella seguente mostra tale vantaggio per due sistemi di conteggio delle carte. I valori della seconda colonna da sinistra sono calcolati con un vantaggio dell'1,75%, ottenuto attraverso un sistema di primo livello come Basic Omega o Hi-Lo, mentre quelli della quarta colonna da sinistra sono calcolati con un vantaggio del 2,25%, ottenuto attraverso un sistema a più livelli come Advanced Omega 2 o APC USTON. Attravero un sistema di conteggio ad alta efficienza è possibile definire le dimensioni delle puntate in maniera più precisa e soprattutto aumentare il vantaggio di un ulteriore 0,25%, grazie a una migliore implementazione delle deviazioni dalla strategia di base.

Nr max puntate Poss. rovina a 1,75%

1 in X poss.

Poss. rovina a 2,25% 1 in X poss.
25 48,52% 1 in 2,1 39,46% 1 in 2,5
50 23,54% 1 in 4,2 15,57% 1 in 6,4
75 11,42% 1 in 8,8 6,14% 1 in 16,3
100 5,54% 1 in 18 2,42% 1 in 41,2
125 2,68% 1 in 37,2 0,95% 1 in 105
150 1,30% 1 in 76,6 0,37% 1 in 265
175 0,63% 1 in 158 0,15% 1 in 671
200 0,30% 1 in 326 0,05% 1 in 1701
225 0,15% 1 in 671 0,02% 1 in 4310
250 0,07% 1 in 1383 0,01% 1 in 10870
275 0,35% 1 in 2849 0,00% 1 in 27778

È importante considerare anche il reddito di un giocatore. Se esso è solido e a sei cifre, non è necessario essere troppo conservativi con il proprio bankroll. Fondamentale è anche il fattore psicologico: una certa forza mentale è assolutamente necessaria per resistere alle oscillazioni negative e proseguire in attesa di tempi migliori.

RIASSUNTO

La teoria della rovina del giocatore d'azzardo è fondamentale per evitare di dilapidare completamente il proprio bankroll. Essa aiuta a trovare la giusta tensione tra rischio e rendimento. Giocando con troppa aggressività aumentano anche i rischi, facendolo in maniera troppo conservativa si perdono occasioni e non si massimizzano le vincite potenziali. Prima o poi chiunque incappa in una serie negativa e sarà tentato di deviare dalla propria strategia iniziale nella speranza di recuperare rapidamente quanto perso. Lasciamo invece che la matematica faccia il suo dovere e che i soldi vengano a noi: non forziamo la mano, la pazienza è notoriamente la virtù dei forti.

Sull'autore
Di

Nicholas Colon

Nicholas è un veterano del mondo dei casinò e l'ex responsabile dei giocatori del team MIT Blackjack. Nicholas inoltre è regolarmente presente al Blackjack Ball, un incontro tra i principali giocatori d’azzardo al mondo.

È amministratore delegato dell’Alea Consulting Group, società di consulenza sul gaming di eccellenza, e contribuisce frequentemente alle principali pubblicazioni di gaming o di economia come le riviste Forbes e Entrepreneur. È inoltre il fondatore di Casino Exploits, un sito di giochi per casinò player-centric.