Capitolo 1

LE BASI DELLE SLOT MACHINE

Se state leggendo questa guida è perchè volete sapere come funzionano le slot machine, cosa ci vuole per sviluppare dei giochi che siano divertenti per i giocatori e come ottenere la miglior esperienza di gioco per voi.

E siete capitati nel posto giusto, perchè la mia esperienza trentennale da giocatore e quella ventennale di analista e scrittore dei giochi d’azzardo in blog, libri, giornali e riviste, ma anche di insegnante e speaker in diverse conferenze e seminari, mi ha portato a esplorare i gioch, la loro storia, il loro design e la loro programmazione, oltre che ovviamente le possibilità di vincita.

Capitolo 1

La crescita delle slot machine è un fenomeno globale e in diverse parti del mondo supera la popolarità, tutte messe assieme, delle altre attività che si fanno al tavolo da gioco! E le ragioni sono diverse:

  • è facile giocare alle slot.
  • le puntate minime sono decisamente a buon mercato.
  • c’è la possibilità di vincere parecchio anche con una piccola puntata.
  • giocare alle slot moderne e a quelle online è davvero divertente.

L’obiettivo di questo capitolo è, quindi, introdurvi ai motivi della presenza delle slot nei casino moderni, della loro popolarità, ma anche di farvi conoscere alcuni degli strumenti al loro interno che le rendono così divertenti per chi ci gioca.

Separatore

L’ASCESA DELLE SLOT MACHINE

Nate dal lavoro di un meccanico di San Francisco nelle seconda parte dell’Ottocento, le slot machine sono passate attraverso una lunga serie di momenti diversi.

Tra quelle che potremmo definire le fasi delle slot machine vanno evidenziate le seguenti:

  • sono state utilizzate come fonte di affari sui banconi dei negozi, a volte assegnando gomme o palline da golf invece che denaro;
  • sono state fonte di intrattenimento a buon mercato per parecchie mogli o fidanzate nei casinò, mentre la loro metà scommettevano “sul serio” ai tavoli di gioco...
  • sono state anche meccaniche;
  • adesso sono evolute in vere e proprie meraviglie di alta tecncologia, che combinano l’animazione, filmati, suono con il sorround e addirittura effetti speciali come le sedie che si muovono.

 

La crescita delle slotSeparatore

 

Le slot machine al giorno d’oggi sono un fenomeno mondiale, che parte dal loro luogo di nascita negli Stati Uniti, per diffondersi in Europa, in Australia e nell’Anello del Pacifico.

  • negli Stati Uniti, dove nei casinò ce ne sono più di un milione, sono un'importante fonte di profitto, avendo superato da parecchio tempo i giochi che si fanno al tavolo;
  • più del 70% degli incassi dei casinò negli Stati Uniti arriva dalle slot e in alcuni stati non solo supera l’80%, ma si avvicina al 90%;
  • in Australia ci sono addirittura più slot, per media, a persona che negli Stati Uniti.
  • le slot rappresentano una fetta di affari minore, ma sono comunque importanti nell’enorme mercato dei casinò di Macao;
  • decine di milioni di persone giocano alle slot online, o per soldi nei casinò internet dove è legale farlo, o per divertirsi attraverso le app dei social media.
Separatore

IL TIPICO VANTAGGIO DEL BANCO

Questo succede nonostante le slot machine paghino molto di meno rispetto agli altri giochi dei casinò.

Per chi conta le carte a blackjack, ad esempio, è possibile ottenere un vantaggio matematico nei confronti del banco, mentre chi gioca con una strategia di base può far scendere il vantaggio del banco a mezzo punto percentuale.

I giocatori di craps hanno un vantaggio del banco dell’1,41% sulla linea del pass e possono portarlo a meno dell’1% con le free odds.

I giocatori di roulette affrontano un vantaggio del banco del 5,26% se giocano a roulette con due zeri e del 2,7% in roulette a uno zero. Per le slot invece parliamo di percentuali di vincita.

Che variano da nazione a naziona, ma negli Stati Uniti, dove gli incassi delle slot sono pubblici nella maggior parte degli Stati, ho già pubblicato un articolo relativo alle percentuali di vincita e di come massimizzare le vostre.

Le tipiche percentuali di vincita sono:

Tradotte in vantaggio del banco, si parla di 13-16% su puntate da un centesimo, 10-12% su partite da 5 centesimi, 7-10% su quelle da 25 centesimi e 5-8% su puntate da un euro.

Il che significa che un giocatore che punta centesimi alle slot regala al banco 16 euro ogni 100 giocati, mentre un giocatore di blackjack che gioca con una strategia di base perde appena 50 centesimi su 100 dollari.

Separatore

QUINDI, PERCHÈ GIOCARE ALLE SLOT?

Da un punto di vista percentuale, le slot (comprese quelle online) non possono essere paragonate ai giochi che si fanno al tavolo, ma ci sono molte ragioni per cui parecchi giocatori preferiscono le slot:

È FACILE GIOCARE ALLE SLOT

Non c’è praticamente curva di apprendimento nel giocare alle slot machine. Nel modo più semplice, inserisci del denaro nel lettore di banconote per comprare dei crediti, spingi un bottone o tiri una leva per far cominciare a girare i rulli e aspetti di vedere quali simboli appaiono sulle payline.

Non ci sono strategie da imparare e nessuno può criticarvi perchè fate un errore, come invece può succedere al tavolo da blackjack.

Separatore

LE SLOT HANNO PUNTATE MINIME BASSE

È complicato trovare puntate minime al di sotto dei cinque euro per mano nei casinò di Las Vegas e anche quelle si vedono comunque di raro. Nei casinò più importanti in momenti di piena potreste ritrovarvi davanti a puntate minime da almeno 25 euro.

Le slot machine offrono a chi scommette poco la possibilità di giocare per molto meno. Per esempio, alcune video slot da un centesimo hanno 30 payline, ovvero le linee attraverso i video rulli su cui venite pagati se si allineano i simboli. Quindi, se alle penny slot puntate un centesimo per ogni payline, la vostra puntata è di 30 centesimi per ogni giro dei rulli, molto, molto meno della puntata minima che troverete in qualsiasi casinò.

Si può anche puntare di più, la stessa macchina potrebbe anche permettere puntate da 10 crediti per payline, con una puntata massima da 3 euro, ma con le puntate minime le slot possono essere divertimento a buon mercato.

Insert coin

Ci sono però lati negativi, non solo nel vantaggio del banco più ampio, ma anche nella velocità del gioco. A un tavolo da blackjack pieno con sei o sette giocatori, farete tra le 50 e le 60 puntate in un’ora, mentre se giocate uno contro uno con il banco potreste anche arrivare a 2.000.

Alle slot machine, è possibile fare 500 partite ogni ora, anche 800 in giochi in cui gli eventi bonus portano pause nelle giocate.

Separatore

LE SLOT OFFRONO LA POSSIBILITÁ DI JACKPOT IMPORTANTI

Il richiamo dei soldi è una forte attrattiva e alle slot è possibile farne parecchi. Si possono vincere migliaia di dollari, persino milioni in alcuni giochi, con un giro fortunatissimo.

Tra le vincite da record alle slot, il più grande jackpot della storia delle slot è arrivato con una puntata da 3 dollari su una macchina da un dollaro della International Game Technology Megabucks al casinò Excalibur di Las Vegas nel 2003.

Jackpot del genere sono rari, ma qualsiasi appassionato di slot machine di tanto in tanto vince centinaia di volte la dimensione della sua puntata. Non saranno milioni, ma vincere 300 dollari grazie a 30 centesimi è il tipo di brivido che fa sì che chi gioca alle slot continui a farlo.

Jackpot pazzeschi

LE SLOT SONO DIVERTENTI

Abbiamo già trattato l'argomento della creatività nella configurazione delle slot; l’avvento delle video slot computerizzate (o delle slot online) ha liberato l’immaginazione dei designer e i produttori di slot spendono parecchio tempo e parecchio denaro nello sviluppare giochi interattivi e divertenti, che fanno divertire il giocatore anche quando non vincere.

Che si tratti di controllare una macchina da corsa e arrivare in prima posizione per ottenere un bonus in NASCAR, di prendere scatole regale per collezionare ricompense nel gioco Jackpot Party che piace tanto agli appassionati, o che ci sia la possibilità di farsi una foto e diventare uno dei simboli sui rulli del gioco come accade in TMZ, il giocatore ha un ruolo attivo.

Se volete un gioco in cui vi limitate a stare seduti e vedere i rulli che girano, ce ne sono ancora. Ma l’enfasi è sempre più su giochi che siano divertenti, oltre a dare la possibilità di vincere.

Punti chiave
  • le slot machine hanno un vantaggio per il banco più alto degli altri giochi, ma sono molto apprezzate;
  • i giocatori vengono attratti dalle slot perchè sono giochi semplici, con puntate basse, che danno la possibilità di vincere un jackpot importante e che sono anche divertenti al casinò;
  • uno degli obiettivi di chi crea le slot è quello di rendere i giocatori partecipanti attivi, in modo che si divertano anche quando non stanno vincendo;
  • le slot hanno un linguaggio e una terminologia tutta loro, sia che stiate guardando dei rulli meccanici sul display di una vera macchina o alla loro rappresentazione su uno schermo video.
Le percentuali di ritorno

 

L’INVENZIONE DELLE SLOT MACHINE E LA LORO STORIA

Le slot machine sono elementi così caratteristici dei casinò moderni e alle slot gioca così tanta gente che verrebbe da pensare che sia stato sempre così. Ma ogni cosa ha il suo inizio e le slot si sono evolute nel corso degli ultimi 120 anni.

  • La prima slot machine da tre rulli aveva un jackpot massimo da mezzo dollaro americano.
  • Molte delle prime slot machine non pagavano in contanti.
  • Le slot computerizzate con i generatori casuali di numeri hanno permesso con l'itroduzione di generosie possibilità di jackpot vincite più alte.
  • I creativi internazionali di giochi hanno un’influenza incredibile nello sviluppare le slot odierne.

Le slot machine moderne sono strutture computerizzate che utilizzano tutti i mezzi che la tecnologia offre. Sembra che l’unico limite al design dei giochi sia la fantasia di chi li crea. Ma le slot sono state create molto prima dei computer e le prime slot erano strumenti meccanici, con al loro interno degli ingranaggi.

Separatore

CHARLES FEY E LA LIBERTY BELL

Esistevano già dei giochi che prevedevano l’inserimento di monete prima che Charles Fey, un meccanico di San Francisco, inventasse la Liberty Bell nel 1895, ma è proprio con la Liberty Bell che nasce il percorso che ha portato alle slot moderne.

Fey ha creato un gioco con tre rulli, una leva sul lato e un buco in cui infilare i soldi.

Tra le caratteristiche del gioco c’erano:

  • cinque diversi simboli sui rulli, ferri di cavallo, quadri, picche, cuori e una Liberty Bell;
  • c’era una sola payline nel centro del display;
  • la vincita maggiore si otteneva allineando tre Liberty Bell;
  • il jackpot massimo era minuscolo per gli standard di oggi, 10 nichelini, monete da cinque centesimi, il che significa un jackpot totale di mezzo dollaro.
La famosa Liberty Bell

Lo sviluppo della slot era semplice, elegante e destinato a durare. Ancora oggi nei casinò si trovano giochi a tre rulli, anche se sono elettronici piuttosto che fatti partire da una leva e gestiti da ingranaggi. Ma se metteste oggi una Liberty Bell in un casinò, sarebbe, ne siamo certi, comunque immediatamente riconoscibile come una slot machine.

Separatore

GIOCHI PRECEDENTI

Anche se la Liberty Bell è stata il primo gioco con i rulli che girano, c’erano macchine per scommettere "con buchi" per i soldi anche prima.

Ad esempio, la Sittman and Pitt di Brooklyn, New York, aveva prodotto una macchina basata sul poker nel 1891. Aveva cinque tamburi, ognuno con dieci carte.

Ogni partita mostrava una mano da poker con cinque carte. Erano molto famosi anche i giochi con le ruote colorate, che avevano ruote verticali divise in segmenti di diversi colori.

I giocatori puntavano su quali colori si sarebbero allineati secondo un indicatore in cima alla macchina. Ma questi giochi sono usciti presto dalle scene, mentre l’invenzione di Fey ha spinto altri produttori a creare nuovi giochi a tre rulli.

Separatore

HERBERT MILLS

Nel 1907 un artigiano di Chicago, Herbert Mills, ha creato una slot machine a tre rulli che ha chiamato Operator Bell. Mills era un leader nella produzione di macchine che funzionavano con le monete, tra le quali:

  • una macchina per vedere i film, chiamata Autosteroscopio;
  • un distributore di gelati;
  • macchine che vendevano Coca-Cola, sia in bottiglia che in bicchiere.

Le creazioni di Mills erano le slot più diffuse nei primi tempi ed è stato Mills che per primo ha inserito nei giochi i simboli della frutta. Che sono stati così diffusi che in alcune nazioni, tra cui il Regno Unito, le slot vengono chiamate anche “fruit machine”.

La celebre fruit machineSeparatore

UTILI PER STIMOLARE IL COMMERCIO

Fino a che lo Stato del Nevada non ha legalizzato il gioco d’azzardo al casinò nel 1931, le slot machine che pagavano in denaro erano decisamente illegali negli Stati Uniti. Il che non significa che non esistessero, ma i pagamenti in moneta non potevano essere fatti in bella vista.

E invece di essere giochi da casinò, alcune slot machine venivano utilizzate per stimolare il commercio ed erano piazzate sui banconi dei negozi per attrarre i clienti e aiutare ad aumentare il giro d’affari.

Questo tipo di slot machine pagava, quindi, in merci, non in denaro. E tra i premi previsti c’erano palline da golf o sigari.

Alcune macchine molto popolari pagavano in barrette di gomma da masticare, come la Bell Fruit Gum. Il logo dell’azienda del chewing gum era una barra rettangolare nera, che ha ispirato il simbolo “bar” che si trova ancora anche sulle slot moderne.

I gusti delle gomme hanno dato luce anche ad alcuni dei simboli della frutta, come le ciliegie e l’anguria, entrambi ancora di uso comune.

In alcuni luoghi i giocatori sapevano che potevano vincere qualcosa in più, con i premi in merce che potevano essere segretamente scambiati con premi in denaro. Ma almeno ufficialmente, i giochi erano creati per pagare le vincite con premi legali.

Separatore

L’ARRIVO DELLA BALLY

Un’altra compagnia di Chicago, la Lion Manufacturing, è stata fondata nel 1932.

Uno dei suoi primi successi è stato un flipper chiamato BallyHoo e la stessa azienda ha cambiato nome in Bally Manufacturing. Negli anni successivi ha cambiato ancora, diventando Bally Technologies, ha spostato la sua sede a Las Vegas e oggi fa parte della Scientific Games.

Alcuni anni dopo la legalizzazione del gioco d’azzardo in Nevada, la Bally è arrivata al punto di minacciare la leadership della Mills e della Microgaming nella produzione di slot machine. La prima vera slot della Bally era una di quelle usate come di stimolo per il commercio. La Bally Baby era un piccolo modello da bancone che pagava in biglietti che potevano essere scambiati con gomme da masticare.

La BallySeparatore

LE PRIME INNOVAZIONI

La Bally è stata per decenni leader delle innovazioni alle slot da casinò. Tra le innovazioni della Bally ci sono state:

  • la Bally Bell, che è stata la prima slot machine che accettava denaro in più di un taglio, con un buco per i cinque centesimi e uno per le monete da un quarto di dollaro;
  • la famosa Hi Boy, la slot machine verticale creata nei primi anni Quaranta che ha trasformato la Bally in una delle aziende leader per le slot, come la NYX. Negli anni Sessanta, più dell’80% delle slot da casinò erano fatte dalla Bally;
  • le slot elettromagnetiche, introdotte negli anni Sessanta, in cui agli ingranaggi meccanici erano aggiunti anche componenti elettronici;
  • il coin hopper, introdotto assieme alle slot elettromagnetiche nella Money Honey. Il coin hopper fa circolare i gettoni per le vincite a getto continuo. Questo ha permesso l’aumentare delle vincite fornite dalle macchine, senza che ci fosse la necessità di fermarsi e aspettare che un addetto facesse il pagamento a mano. E queste slot machine più grandi sono state un grandissimo passo per aumentare la popolarità delle slot.
Separatore

LA INTERNATIONAL GAME TECHNOLOGY

Negli anni Settanta un ingegnere della Bally, Si Redd, ha inventato il video poker. La Bally non voleva il gioco, quindi Redd ha ricevuto il permesso di svilupparlo da solo.

E lo ha fatto, fondando un’azienda chiamata Sircoma, e quando il video poker è stato un successo, ha quotato in borsa l’azienda, ha venduto le sue azioni, con la società che è diventata la International Game Technology.

La IGT, con sede a Reno, Nevada, ha finito per soppiantare la Bally come azienda leader nella produzione mondiale di slot e nel 2014 si è fusa con la GTECH, l’azienda italiana con sede a Roma leader nel comparto lotteria e in quello dei servizi e le tecnologie per il gioco d’azzardo.

La celeberrima ruota della fortuna

Tra le innovazioni della IGT ci sono:

  • le slot computerizzate, con rulli virtuali e generatori casuali di numeri. Queste innovazioni hanno reso possibile creare giochi con molte più variazioni nelle possibilità di vincita, dando la possibilità di jackpot enormi, che possono cambiare la vita;
  • giochi progressivi in aree vaste. la Megabucks della IGT è stata la prima slot collegata a macchine simili in altri casinò e a offrire premi multimilionari;
  • la popolarità della ruota bonus. Una compagnia più piccola, la Anchor Gaming, ha creato un’aggiunta alle slot machine chiamata Wheel of Gold. La IGT ha capito subito che sarebbe stata un’idea interessante, ha lavorato per ottenere la licenza, ha fatto un accordo commerciale con il gioco televisivo “La ruota della fortuna” e il resto è storia. Le slot della Ruota della Fortuna sono tra le più famose slot sin dalla metà degli anni Novanta.
Il primo videopokerSeparatore

UN PO' OVUNQUE

Le slot hanno le loro radici negli Stati Uniti e le aziende statunitensi rimangono tra quelle leader in tutto il mondo. Ma in giro per il pianeta sono nati anche produttori di slot che ora hanno influenza ovunque.

La Aristocrat Technologies, ad esempio, ha avuto un impatto enorme, guidando all’inizio del anni Novanta lo sviluppo di giochi con cinque rulli (sia meccanici che in video), delle payline multiple e degli eventi bonus.

Quando a metà del decennio la WMS Gaming, allora basata a Chicago e ora parte della Scientific Games, ha lanciato le video slot con bonus in linea multipli, i dirigenti erano certi che la cosa avrebbe funzionato perché i giochi prodotti dalla Aristocrat avevano fatto bene nella zona del Pacifico.

Altri produttori a livello mondiale che hanno avuto un grande impatto negli ultimi decenni sono l’austriaca Novomatic, l'altra europea Viva Slots e le giapponesi Konami Gaming e Aruze Gaming, che hanno succursali anche negli Stati Uniti, in Australia, in Sudafrica e a Macao.

LA SVOLTA DEL VIDEO

L’ampia maggioranza delle slot machine utilizzate al giorno d’oggi è su schermi video invece di utilizzare rulli meccanici.

Le prime video slot, che sono nate negli anni Ottanta, cercavano di riprodurre l’esperienza delle macchine a tre rulli e non hanno per nulla avuto successo. Per attrarre i giocatori, le video slot dovevano offrire un’esperienza di gioco diversa. Negli Stati Uniti le prime video slot con rappresentazioni video dei rulli sono arrivate nel 1994, quando la Bally ha creato il Game Maker.

Questo gioco includeva la slot, il video poker e il video blackjack nella stessa unità. E le slot hanno anche ottenuto un certo seguito, una rarità per i tempi. Poker e blackjack si erano già guadagnati un buon pubblico in formato video, ma il Game Maker è stata la prima macchina a dare alle video slot il pass per i giochi da casinò popolari un buon livello di popolarità.

Poi sono arrivare le slot con i bonus della Aristocrat e quelle della WMS e la popolarità delle video slot è decollata. Oggi, le video slot dominano i mercati internazionali. E persino negli Stati Uniti, che hanno una tradizione più lunga e più forte legata alle slot meccaniche, le video slot sono oltre l’80% di tutte le slot che sono presenti nei casinò moderni.

La svolta delle video slotSeparatoreConcetti chiave
  • le slot machines esistono dalla fine dell’Ottocento, con la Liberty Bell, creata dal meccanico di San Francisco Charles Fey, che rappresenta lo standard del primo gioco con rulli che girano;
  • aziende come la Herbert Mills e la Bally Industries hanno giocato un ruolo chiave nello sviluppo delle slot machine, con la Bally che ha contribuito con parecchie innovazioni;
  • le prime slot machine erano usate come per favorire il commercio nei negozi e pagavano in gomme da masticare, sigari, palline da golf e altre cose invece che in denaro;
  • l’introduzione da parte della International Game Technology dei rulli virtuali, abbinati ai generatori casuali di numeri, ha reso possibile enormi jackpot e una grande varietà di possibili vincite alle slot;
  • l’utilizzo delle slot a cinque rulli, del video e degli eventi bonus da parte degli australiani della Aristocrat Technologies ha aperto la via per le slo che vediamo oggi, create da aziende di tutto il mondo;
  • le slot computerizzate con rulli meccanici vengono utilizzate ancora oggi nei casinò live, ma la grande maggioranza dei giochi odierni utilizza la rappresentazione video dei rulli
Separatore

I PROGRESSI SIGNIFICATIVI NELLE SLOT  

Le slot machine dipendono dalla tecnologia molto più di tutti gli altri giochi da casinò e gli avanzamenti tecnologici hanno cambiato il tipo di giochi che le aziende possono offrire

  • il coin hopper ha permesso vincite maggiori alle slot e poi le stampanti di ticket hanno rimpiazzato i coin hoppers;
  • i rulli virtuali hanno permesso giochi con vincite e jackpot più grandi;
  • le ruote bonus e i video bonus danno ai giocatori qualcosa in più per mantenere alto il loro interesse

Se c’è una singola invenzione che può essere considerata la più importante nella storia delle slot machine, certamente è la Liberty Bell di Charles Fey, da dove, appunto, tutto ha inizio; un po' come il primo casinò della storia...

Ma negli oltre 120 anni successivi, molte innovazioni e invenzioni sono entrate a far parte dello sviluppo dei giochi che giochiamo oggi. Ne condivido con voi alcune delle più importanti.

IL COIN HOPPER

Quando gli ingegneri della Bally Frank Nicolaus e Bud Breitenstein hanno inventato l’hopper a motore, le slot machine sono state rivoluzionate. Ecco perchè è stata una innovazione così importante:

  • le prime slot machine utilizzavano tubi per le monete. Erano rigidi e le monete andavano impilate al loro interno;
  • lo spazio all’interno delle macchine limitava il numero di tubi che potevano contenere, il che creava avere restrizioni su quante monete potevano essere pagate prima che i tubi andassero riempiti di nuovo;
  • il coin hopper, utilizzato per la prima volta nella slot elettromeccanica Money Honey nel 1963, permetteva alle slot di far circolare le monete per le vincite da un bacino più ampio;
  • un bacino più ampio di monete significava che le vincite potevano essere più alte, inizialmente fino a 500 monete alla volta. Gli hopper successivi potevano far circolare anche più di 1000 monete.

La creazione del genio di Nicolaus e Breitenstein’s ha permesso a chi costruisce le slot di  creare giochi con vincite più alte e più frequenti, iniziando a ragionare su come trovare la slot dal rendimento più alto.

Il coin hopperSeparatore

IL RULLO VIRTUALE

Visto che le possibilità di vincere alla slot machine sono limitate dal numero di simboli su ogni rullo, non potevano esserci jackpot molto grandi.

Il fatto che possiamo giocare per jackpot che raggiungono decine di migliaia di dollari o persino milioni, lo dobbiamo a Inge Telnaes, che nel 1984 ha sviluppato il metodo per mappare simboli e spazi (detti anche “stop”) da un rullo fisico a uno virtuale.

Questa innovazione ha cambiato tutto, per molte ragioni:

  • grandi jackpot necessitano di basse possibilità di vincere e per diminuire le possibilità di vincere bisogna, naturalmente, aumentare le combinazioni possibili di simboli e spazi;
  • prima del rullo virtuale, la soluzione principale per aumentare il numero di stop era quella di aumentare la dimensione fisica del rullo;
  • ma siccome i rulli dovevano essere inseriti fisicamente nella slot machine, le case produttrici avevano un limite per aumentare il numero degli stop e delle combinazioni;
  • il rullo virtuale di Telnaes ha permesso ai creatori di slot di far comportare il rullo come se avesse un qualsiasi numero di simboli e di spazi. Un rullo con un simbolo del jackpot e due tripli bar, per esempio, può essere mappato in modo che il triplo bar esca 10 volte più spesso del simbolo del jackpot, lasciando comunque la casualità del gioco
  • più stop significano anche più flessibilità per i creatori del gioco nel darci slot con volatilità alta o bassa, jackpot frequenti o rari, con tutte le vie di mezzo tra i due estremi. La IGT Technology è stata molto rapida a trarne vantaggio e a depositare il relativo brevetto, così come tutte le altre aziende che hanno acquistato la licenza della tecnologia dalla IGT.

Senza il rullo virtuale, giochi che fanno fare un sacco di soldi come la Megabucks della International Game Technology non sarebbero stati possibili, così come i giochi che oggi, per le domande e risposte slot, riteniamo abbiano dei jackpot moderati.

L'importanza del rullo virtualeSeparatore

JACKPOT PROGRESSIVI COLLEGATI

Le slot machine con i jackpot progressivi aggiungono al jackpot una porzione dei soldi giocati, finché qualcuno non lo vince. Dopo di che, il jackpot si resetta al suo valore di base e comincia ad aumentare di nuovo.

Le prime macchine con il jackpot progressivo erano singole, ma sono state seguite da quelle con i jackpot progressivi collegati, in cui diverse macchine vengono collegate elettronicamente in modo che una giocata su una macchina aumenta il jackpot di tutte quante.

La versione più estrema delle macchine a jackpot progressivo è quella con il collegamento a vasta area, il tipo di slot con i jackpot più alti. Questo tipo di macchine non collega solamente slot vicine tra loro, ma anche in diversi casinò sicuri.

Le prime slot con jackpot progressivo a vasta area sono state la Megabucks della IGT, lanciata nel 1986, con il Nevada Megabucks link, che collegava macchine in tutto lo stato, incluse le dozzine di casinò di Las Vegas, in quello che è il collegamento più lungo del mondo. Ed è stato su una Megabucks che è stato fatto il jackpot più alto del mondo, 39 milioni di dollari vinti nel 2003.

Gli amati Jackpot


 

Il separatore

SLOT PROGRESSIVE MULTI-LIVELLO

Le prime slot progressiva mettevano il jackpot progressivo solo alle combinazioni che pagavano di più. Ma questo è cambiato nelle slot del mondo moderno, in cui ogni passeggiata in un casinò farà individuare dozzine di macchine con jackpot multi-livello, come Mini, Minor, Major e Grand.

La compagnia che ci ha insegnato a farlo è la Aristocrat Technologies. Il format è nato in Australia ed è arrivato con le licenze per le slot negli Stati Uniti alla fine degli anni Novanta, con una slot chiamata Cash Express e un sistema di jackpot chiamato Hyperlink.

Le slot progressive multi-livello hanno in comune delle caratteristiche chiave:

  • l’enfasi è su jackpot piccoli e ottenibili, per tenere il giocatore coinvolto con vincite frequenti. Per esempio, il primo livello comincia a 10 deuro, il secondo a 50, il terzo a 500 e il quarto a 2500 euro;
  • alcune slot progressive multi-livello hanno anche rollover più bassi e con vincite più frequenti, mentre altre hanno rollover più alti, per vincite meno frequenti ma jackpot più alti;
  • quasi tutte le slot progressive multi-livello hanno un grosso display con il jackpot che si estende su una serie di macchine vicine. Attraverso il display, i giocatori i passanti possono vedere che quando le macchine sono tutte occupate, i progressivi vengono spesso assegnati.

Il successo dell’Hyperlink ha portato i suoi competitor, tra cui IGT, WMS, Bally e altre aziende come la Studio 8, a creare le proprie slot progressive multi-livello. I giochi con quattro livelli hanno dato il via al trend, ma le slot progressive multi-livello sono disponibili anche con due livelli o persino con dieci o più.

Separatore

IL LETTORE DI BANCONOTE

Se giocate alle slot machine da prima dell’inizio degli anni Novanta, vi ricorderete macchine in cui inserivate monete a mano prima di ogni giro dei rulli. Il lettore di banconote ha cambiato tutto.

Una sessione da 20 euro, infatti, non significa più inserire all’interno della macchina 40 monete da cinquanta centesimi, una a una. Invece, basta inserire una bella banconota azzurrina da 20 euro nel lettore per ottenere 40 crediti e giocare.

Al giorno d’oggi i lettori di banconote devono essere in grado anche di scannerizzare i codici a barre dei ticket di vincita e devono offrire una certa flessibilità, per venire incontro alle necessità dei casinò di riconoscere rapidamente il denaro e individuare banconote false.

Grazie alla matematica applicata al casinò, gli sviluppatori delle soluzioni per la gestione dei contanti hanno creato lettori programmabili e adattabili alle diverse dimensioni delle banconote di tutto il mondo.

La fessura per l'inserimento delle banconoteSeparatore

LE STAMPANTI DEI TICKET

Prima della fine degli anni Novanta, la maggior parte dei pagamenti delle slot avvenivano attraverso le monete rilasciate dalla macchina stessa. Oggi la maggior parte delle vincite viene erogata in ticket con codice a barre, perchè le stampanti dei ticket hanno soppiantato i coin hopper.

Quando incassate, spingete un pulsante, viene stampato un ticket che potete utilizzare o per comprare crediti in un’altra slot o per portarlo a una macchinetta o a una bancone con un cassiere per scambiarlo con denaro contante.

Ci sono giocatori a cui manca la vista e il suono delle monete che escono fuori dalla slot machine può aitarli, mentre sbattono sul vassoio. Ma ci sono vantaggi nell’usare i ticket al posto del contante, che sono sia per i giocatori ma anche per i casinò offline, naturalmente:

  • il pagamento con i ticket con il codice a barre ha reso gli inceppamenti e gli svuotamenti dei coin hoppers un ricordo del passato. Non bisogna più aspettare che arrivi qualcuno a sbloccarli o a riempirli con una enorme busta di monete;
  • le stampanti dei ticket hanno inoltre reso possibile l’introduzione di slot che funzionano con puntate minime, con dozzine di payline. Le monete piccole bloccano spesso i coin hopper e le slot con puntate da un centesimo non sono state introdotte fino a quando non sono stati approvate le stampanti dei ticket;
  • le stampanti moderne possono anche servire come mezzi di promozione, perchè possono stampare coupon o buoni direttamente alla slot machine;
  • l’uso delle stampanti fa sì che i casinò non debbano vincolare enormi somme di denaro per tenere sempre a disposizione le monete.
La macchina che stampa i ticketsSeparatore

LE MACCHINE MULTI-GIOCO

Installare diversi giochi sulla stessa macchina e permettere ai giocatori di scegliere toccando un’icona sullo schermo è la normalità al giorno d’oggi, ma questo format non esisteva fino a un paio di decenni fa. L’innovazione è arrivata dalla Bally, che nel 1994 ha introdotto la Game Maker.

La Game Maker comprendeva slot, video poker e video blackjack nella stessa unità.

La slot machine ha anche avuto un certo seguito, cosa che all’epoca era rara. Il poker e il blackjack avevano già creato la loro clientela in formato video, ma la Game Maker è stata la prima macchina in cui le video slot abbiano effettivamente funzionato. Il successo di macchine multi-gioco come la GameKing della IGT deve dire grazie alla Game Maker per aver aperto il percorso.

LE RUOTE BONUS NELLE SLOT

Quando la Anchor Gaming ha introdotto la Wheel of Gold nel 1995, è stato un successo immediato. I giocatori non avevano mai visto nulla come la ruota bonus, che adesso è uno strumento tipico nelle possibilità di chi crea una slot. La ruota originale era affissa su una torre sulla cima di macchine Bally ed è stata un successo incredibile.

Quando si sentiva il rumore che segnala un giro della ruota, chiunque fosse nelle vicinanze si fermava a guardare, per vedere dove si sarebbe fermata la ruota e quanti crediti bonus avrebbe vinto il giocatore. Poi è arrivata la Ruota della Fortuna della IGT e al giorno d’oggi molte aziende, nella classificazione dei giochi da casinò per margine della casa e rendimento, usano le ruote bonus come elementi extra nelle loro slot.

Ruote bonus

 

Separatore

VIDEO SLOT MULTI-LINEA CON GIOCHI BONUS

La zona del Pacifico è stata il banco di prova per quello che è diventato il trend dei giochi più importante degli ultimi quindici anni.

L’azienda australiana Aristocrat Technologies stava avendo un tra successo con giochi su schermo video e con payline multiple.

La WMS Gaming ha avuto il suo primo successo negli Stati Uniti nel 1997 con la Reel ’Em In. C’erano solo cinque payline, tre attraverso le cinque linee video, una “V” e una linea a zig-zag.

Quando tre ami da pesca apparivano sullo schermo, i rulli video sparivano e venivano sostituiti da una scena con un pescatore su un lago. I giocatori potevano toccare lo schermo per scegliere un angolo per provare a pescare un pesce per ottenere dei crediti bonus. Bonus del genere, che vengono vinti in maniera varia, creativa e divertente, sono una delle chiavi della popolarità delle slot moderne.

Oggi giorno le video slot dominano nei casinò. Da quella macchina con cinque linee e una seconda schermata, abbiamo visto nelle recensioni slot machine il format crescere a 9, 15, 20, persino 100 linee, 243 modi di vincere come quelli della Reel Power della Aristocrat, jackpot multi-livello, bonus misteriosi e giochi nei quali ci si diverte anche in pià persone.

E questa sì che è innovazione!

I bonusPunti chiave
  • i progressi nella tecnologia hanno cambiato l’esperienza di chi gioca alle slot machine;
  • le moderne slot computerizzate possono offrire jackpot più alti ed esperienze di gioco più varie;
  • in aggiunta ai cambiamenti nei giochi in sè, l’uso dei lettori di banconote per comprare i crediti e delle stampanti dei ticket per ritirarli ha reso il gioco più semplice e ha reso possibile lo sviluppo di slot con puntate molto basse;
  • le ruote bonus in cima alle slot machine e i bonus sugli schermi video hanno aggiunto al gioco ulteriore valore di intrattenimento
  • le migliori slot online e quelle free sono diffuse in tutta la rete e vengono giocate ogni giorno da milioni di giocatori.

 

Sull'autore
Di

John Grochowski

Per quasi 25 anni, John Grochowski è stato uno degli autori degli Stati Uniti più prolifici sul gioco d'azzardo. GamblingSites gli ha riconosciuto il nono posto tra gli 11 migliori esperti del settore sul sito Gambling Sites. Il suo libro Video Poker Answer Book era all'ottavo posto nelle pubblicazioni sul gioco di tutti i tempi.