• Vi sono domande che tutti i giocatori di blackjack, dai principianti ai contatori di carte, si pongono o si sono posti: qual è il valore matematico teorico dei vari tipi di mani di partenza? E quali sono quelle più vantaggiose? E di quanto?


A blackjack le mani di partenza più vantaggiose in termini di valore sono le seguenti:

  1. 21 naturale - blackjack
  2. 20 hard - un totale hard di 20 contro un 8 (stare)
  3. 20 soft - un totale soft di A-9 contro un 8 (stare)
  4. 11 hard - un totale hard di 11 contro il 6 (raddoppiare)
  5. 18 soft - un totale soft di A-7 contro un 7 (raddoppiare)

MANO DI PARTENZA 1: 21 (BLACKJACK)

La mano iniziale più redditizia in assoluto è il 21 naturale, ovvero il 21 ottenuto con le prime due carte servite. Normalmente il blackjack viene pagato 3 a 2, ovvero 1,5 volte la scommessa iniziale. Esso è formato da un asso e da una carta di valore 10 (10, J, Q, K). Questa mano non perde mai, può solo pareggiare o vincere.

MANO DI PARTENZA 2: 20 HARD

La prossima mano che intendo analizzare è quella composta da un 20 hard, ovvero da due carte di valore 10. Essa ha un valore pari allo 0,7918% della puntata originale: ciò significa che nel lungo periodo un giocatore guadagnerà 79,18 dollari per ogni 100 scommessi. Perché ciò accada non dovrà mai dividere una coppia di carte di valore 10: in alcuni casi sarebbe matematicamente giusto, ma tale giocata attira troppa attenzione ed è quindi spesso preferibile evitarla a priori.

MANO DI PARTENZA 3: 20 SOFT

Passiamo ora ad analizzare una mano composta da un 20 soft, ovvero il totale di A-9. Essa ha un valore pari allo 0,7918% della puntata originale, esattamente come per un 20 hard. Ciò significa che nel lungo periodo un giocatore guadagnerà 79,18 dollari per ogni 100 scommessi. Perché ciò accada dovrà raddoppiare quando viene raggiunto un indice di valore 7, calcolato con il metodo APC USTON. Pur se il raddoppio è quella giusta, si consiglia di evitare tale giocata se un supervisore osserva con attenzione la propria partita.

MANO DI PARTENZA 4: 11 HARD

Un'altra mano iniziale vantaggiosa è quella composta da un 11 hard, ovvero 8-3, 9-2, 7-4 o 6-5. Questi totali hanno un valore pari allo 0,6674% della puntata originale: ciò significa che nel lungo periodo un giocatore guadagnerà 66,74 dollari per ogni 100 scommessi. Perché ciò accada dovrà seguire gli indici numerici corretti e raddoppiare la scommessa quando il valore del conteggio reale, calcolato con il sistema APC USTON, sarà maggiore di -16, cosa che si verifica in oltre il 97% dei casi.

MANO DI PARTENZA 5: 18 SOFT

Il 18 soft, ovvero il totale di A-7, ha un valore pari allo 0,3996% della puntata originale: ciò significa che nel lungo periodo un giocatore guadagnerà 39,96 dollari per ogni 100 scommessi. Perché ciò accada dovrà seguire gli indici numerici corretti e raddoppiare la scommessa quando il valore del conteggio reale, calcolato con il sistema APC USTON, sarà maggiore di 22, evento di per sé piuttosto raro.

RIEPILOGO

In alcuni casi è nell'interesse del giocatore evitare la giocata migliore: si perderà qualche soldo, ma si potrà continuare a giocare senza suscitare troppi sospetti.

In termini generali, un giocatore deve cercare di approfittare di una mano debole del banco. Un 5 o un 6 scoperti sono le carte ideali per chi siede al tavolo, perché a quel punto nel mazzo vi è il numero più alto possibile di carte che potrebbero far sballare il dealer.

Se il banco scopre un 6, vi sono quattro volte più probabilità che peschi una carta di valore 10 rispetto a qualsiasi altra. Sommata a tale carta di valore 10 e al 6 iniziale, un'altra di valore 6, 7, 8 o 9 lo porterà a sballare. Anche un 5 è vantaggioso per un giocatore, perché porterà comunque il banco a dover fare una giocata simile.

A ogni mano di partenza è associato un valore che corrisponde alla percentuale della puntata che in media e nel lungo periodo viene vinta o persa. In questo articolo ho elencato il valore massimo per ogni tipologia di mano. Le mani prese in considerazione, nelle quali si raddoppia con una mano soft o hard e ci si trova a giocare una coppia, hanno tutte un valore positivo. Esso è determinato da 3 soli fattori: le due carte del giocatore e quella scoperta del banco. Esiste un'ampia letteratura a riguardo, ma qui ho indicato solo le cinque mani più redditizie. Quest'approccio offre all'aspirante giocatore una migliore comprensione generale di quale sia il valore effettivo delle varie tipologie di mani iniziali.

Sull'autore
Di

Nicholas è un veterano del mondo dei casinò e l'ex responsabile dei giocatori del team MIT Blackjack. Nicholas inoltre è regolarmente presente al Blackjack Ball, un incontro tra i principali giocatori d’azzardo al mondo.

È amministratore delegato dell’Alea Consulting Group, società di consulenza sul gaming di eccellenza, e contribuisce frequentemente alle principali pubblicazioni di gaming o di economia come le riviste Forbes e Entrepreneur. È inoltre il fondatore di Casino Exploits, un sito di giochi per casinò player-centric.

Articoli Correlati
I migliori libri sul blackjack

I migliori libri sul blackjack

La coppia perfetta a blackjack

La coppia perfetta a blackjack

Come giocare il soft 18 a blackjack

Come giocare il soft 18 a blackjack

Il tasso di vincita del contatore di carte di blackjack

Il tasso di vincita del comune contatore di carte di blackjack

Blackjack pagato 6 a 5

Blackjack pagato 6 a 5: giocare o provare qualcosa di nuovo?

Come giocare un soft 19 a blackjack

Blackjack pagato 6 a 5: giocare o provare qualcosa di nuovo?

Come giocare una coppia di 7 a blackjack

Come giocare una coppia di 7 a blackjack

Come giocare un 16 contro un 10 scoperto dal dealer

Come giocare un 16 contro un 10 scoperto dal dealer

Come vincere a blackjack senza contare le carte?

Come vincere a blackjack senza contare le carte?

Come giocare con un 12 contro un 2 scoperto dal dealer?

Come giocare con un 12 contro un 2 scoperto dal dealer?