Il nostro blog mitiga il metodo Martingala, introducendo la variante elaborata dallo straordinario analista inglese, Stephen R. Tabone. Nella importante lettura che segue, valuta con attenzione il suo approccio alla materia!

Noto con piacere che l'entusiasmante strategia Martingala viene utilizzata molto nei casinò; la seguono anche diversi giocatori di roulette online.

Se hai già conosciuto la tattica Martingala, saprai che comporta il raddoppio delle tue scommesse, con il brivido forte di cercare di ottenere un profitto di una unità. Ad esempio, scommetti  10 euro e vinci, il ritorno è 20 euro, quindi l'unità è di 10. Perdi 10 euro e raddoppia, puntandone 20 e vinci, il rientro è di 40, quindi vinci un'unità dato che il tuo esborso totale è stato di 30 euro. Spesso, seguendo questa strategia, molti giocatori di roulette continuano a raddoppiare le puntate quando perdono.

La strategia della Martingala in azione

Pro e contro della Martingala

La modifica Tabone

La struttura delle puntate

In particolare, l'opportunità si verifica davanti ad un risultato di probabilità che si traduca in serie.

Delle tre opzioni esterne 1: 1 a disposizione al casinò, Rosso/Nero, Pari/Dispari, Alto/Basso, la maggior parte dei giocatori tende a puntare su quella Rosso o Nero e su questa faremo leva nei nostri esempi. Penso che ciò dipenda anche dall'effetto ottico di vedere una striscia di un colore che cattura l’attenzione mentre ci si prepara ad implementare, addirittura, una popolare strategia di roulette, come quella della Martingala.

LA STRATEGIA DELLA MARTINGALA IN AZIONE

I giocatori di roulette che utilizzano la strategia Martingala cercano una serie di almeno sei rossi o neri. Tuttavia, il senso di voler agire repentinamente in modo completamente opposto si palesa quando si verifica una serie di dieci risultati consecutivi dello stesso colore.

I giocatori scommetteranno in quel momento CONTRO quella serie in base alla teoria, più lunga è la serie, più è probabile che il risultato successivo sarà proprio quello opposto che metterà, dunque, fine alla serie. Quindi, quando perdono al primo tentativo, continuano a raddoppiare fino a quando non vincono o… finiscono i soldi!!!

Più volte scegli di puntare con la speranza che una serie di vittorie venga interrotta usando la strategia Martingala, più è probabile che, invece, ti schianterai, passateci il neologismo, proprio contro una sequenza vincente tale da cancellare il tuo bankroll al casinò.

Se la tua prima scommessa si traduce in un risultato che pone fine a una serie, raddoppierai la tua scommessa. Ancora, se perdi e continui a raddoppiare i tuoi tentativi fino al numero di sei complessivi, entrerai in una zona di pericolo nella quale il rischio potrebbe essere ben superiore all’eventuale vincita: a questo punto, a mio avviso non vale, la pena continuare.

Proviamo a snocciolare una serie di esempi per cristallizzare il concetto:

  • 1° scommessa - 1 unità per vincere 1 (spesa totale 1 unità)
  • 2° scommessa - 2 unità per vincere 1 (spesa totale 3 unità)
  • 3° scommessa - 4 unità per vincerne 1 (spesa totale 7 unità)
  • 4° scommessa - 8 unità per vincerne 1 (spesa totale 15 unità)
  • 5° scommessa - 16 unità per vincerne 1 (spesa totale 31 unità)
  • 6° scommessa - 32 unità per vincerne 1 (spesa totale 63 unità)

La vera criticità, con la maggior parte dei giocatori di roulette che entrano in quella che possiamo veramente definire la c.d. “bolla Martingala”, è che tutti fanno fatica a fermarsi. L'adrenalina diventa una variabile del gioco e la domanda che ossessiona la mente dei giocatori è naturalmente questa: “e se il prossimo risultato sarà quello che, finalmente, terminerà la sequenza delle vittorie?” 

Non vorranno perdere per recuperare il loro crescente esborso e il premio di una unità. È un'emozione mista di eccitazione, paura e voglia di rimanere in gioco, puntando fino alla fine, che tutto sia perso o meno. Per le regole della roulette a quel punto quella che sembra una vera vincita non è l' unità conquistata, ma il recupero dell'esborso totale...

Certamente, questo non è assolutamente il mio genere, soprattutto quando si discute di un sistema di roulette, però mi ha fatto riflettere se esista una interpretazione più proficua per modificare la Martingala in modo che il rischio possa essere ridotto al minimo e di conseguenza la vincita garantita prima, senza sfiorare quei livelli di rischio catastrofici, elencati nella tabella di cui sopra. 

Credo di aver sviluppato un metodo che migliori sensibilmente l'approccio Martingala. Utilizzo il sostantivo approccio perché questa è davvero la chiave per risolvere quello che definisco come il problema della Martingala.

Vantaggi del metodo Martingala

PRO E CONTRO DELLA MARTINGALA

Le serie lunghe possono comportare la cancellazione dei fondi a disposizione del giocatore di roulette. Anche se si aggiunge più denaro per ricaricarlo quando è in costante diminuzione, la strategia Martingala può rivelarsi veramente deleteria ed, anzi, essere davvero organica ai guadagni dei casinò. Quasi tutti i giocatori finiranno i soldi disposizione o, in rari casi, chiederanno, addirittura, di piazzare una puntata che supera il limite massimo di scommesse del casinò.

Esiste una casistica nella quale si ricorda di casinò con strisce di 20 o più volte dello stesso colore che è uscito di seguito. Nel 1943 un casinò in America registrò l'uscita di 32 rossi di seguito. Una volta ho visto in diretta con i miei occhi ben 25 rossi di fila sulla American roulette online e, per i maligni, specifico che c'era stato anche un cambio di dealer durante quella serie!

Naturalmente se hai infinite capacità economiche e puoi permetterti di cogliere l'occasione per assicurarti l’agognata vittoria di un'unità, a lungo termine è più probabile che tu abbia successo dato che la maggior parte delle serie, chiaramente, non saranno così lunghe. Tuttavia, ci sono due aspetti che vanno sempre ponderati in questa ipotesi.

Il primo è che più breve è la serie (meno di sei di fila) più è probabile che la stessa termini. E le strisce più lunghe (dieci o più di fila) sono una forte indicazione che la sequenza potrebbe rivelarsi terribilmente lunga...

SUGGERIMENTO # 1
Ne consegue quindi che dovresti evitare di puntare quando vedi una lunga serie consecutiva. Pertanto, poiché è improbabile che le serie più brevi si trasformino in una sequenza lunga, vincerai in uno o più tentativi quando punterai sulla fine della sequenza.

SUGGERIMENTO # 2
Se segui il consiglio del suggerimento 1, è una buona idea avere un c.d. stop loss nel caso in cui la serie continui. Se effettui tre tentativi di seguito, ad esempio dal 2°, 3°, 4°, 5° o 6° all’interno di una serie e ti fermi, perderai solo sette unità. Per esempio. puntata 1 persa, puntata 2 persa, puntata 4 persa: scommessa totale = 7

È meglio perdere sette unità che a arrivare a -63 o più unità, se continuerai a raddoppiare.

Per esempio:
Supponiamo, quindi, che la tua puntata alla roulette arrivi, solo dopo aver visto una serie di 3 di fila. Proveresti, in questo particolare caso, tre volte a partire dal quarto risultato. Metti 1 unità (qualunque sia l'importo che potrebbe, ad esempio, essere di 10 euro), come prima scommessa per il 4° risultato e se la serie di vittorie finisce, avresti guadagnato la tua vincita di un'unità recuperando così i tuoi 10 euro più i 10 della relativa vincita!

Andiamo avanti nell’analisi: se perdi, scommetti 20 euro prima del quinto risultato. Se vinci sarai pagato 40 euro e, deducendo i 30 che è il tuo esborso complessivo, vincerai i restanti 10. Se perdi, proverai ancora una volta, questa volta scommettendo 40 euro; in tal caso una vincita pagherà 80 euro di cui 70 è stata la tua spesa totale, quindi vincerai 10. Ma se perdi 70 euro e smetti di provare, ti mancheranno solo 7 vincite per recuperare le tue perdite, il che è meglio, o almeno meno peggio, di quanto avessi continuato a provare e perso molto di più.

LA MIA MODIFICA INTRODOTTA NELLA STRATEGIA DELLA MARTINGALA

In precedenza in questo articolo, introducendo il mio metodo, ho parlato di approccio diverso alla strategia Martingale. All’interno di una serie di sequenza di risultati che si ripetono, in qualsiasi momento inizi a scommettere contro di essa, dovresti essere consapevole che l’utilizzo della strategia Martingala di per sé non indica né quando, né dove dovresti puntare.

Partiamo dal presupposto che un giocatore di roulette punti contro una serie di vittorie, raddoppiando i numeri in gioco ad ogni perdita. Ma quando questa strategia non ci consente di vincere prima di aver esaurito i soldi o aver superato il limite massimo di puntata di un casinò, l’unica chiave di lettura per rimanere a galla è quella di ponderare la scelta su cosa scommettere.

Quando un giocatore di roulette vede una serie di neri, la mia modifica del Martingala mantiene come costante l'elemento del raddoppio; tuttavia se la mia prima scommessa sul rosso risulta perdente, presumo che, a questo punto, la serie continuerà e quindi la mia prossima scommessa sarà sul nero. Se la mia ipotesi è corretta, vinco al mio secondo tentativo, ma, in questo caso, non per vedere la fine della serie; se, invece, la stessa continua, devo coprire la mia puntata nel caso di mio sbaglio.

Nella ipotesi peggiore in cui la anche mia seconda scommessa fallisca ed il risultato sia il rosso, ho perso solo tre unità, dopo aver raddoppiato sulla mia prima puntata. La mia idea di base è quella di posizionarmi su un piano migliore rispetto al fruitore di roulette che continua a giocare contro la sequenze, puntando, a prescindere, sull’altra opzione!

Il mio approccio ha più potere quando una possibile serie continua al punto di non conoscere il risultato successivo. Per me il 3 di fila è il parametro in cui le serie continueranno o meno, anche perchè non tutti possono godere di bonus senza deposito

Due casi: o BBBR (nero-nero-nero-rosso) o BBBB (nero-nero-nero-nero) chiaramente il primo modello che termina con un risultato rosso è andato nella direzione che mette un punto alla formazione di una striscia, mentre nell’altro caso, ovviamente, la sequenza è ancora “viva”!

Vediamo cosa accade adesso. Se la serie continua come tale BBBB assumendo che io perda al 4° nero quando scommetto sul rosso, la mia prossima scommessa sarà quindi sul nero, e vincerei se la serie di neri continua BBB (questo 4° risultato scommetto sul rosso ma il risultato era B che indicava la probabilità che la serie di vittorie continuasse) (questo 5° risultato ho scommesso sul nero e ho vinto) B.

Perderò solo e soltanto se la serie terminerà al 5° risultato in questo modo BBBBR. Ma preferisco perdere due volte, il che comporta una singola unità e un raddoppio alla successiva puntata (totale tre unità perse) piuttosto che giocare all’avventura, come predicano in tanti riguardo ai metodi infallibili alla roulette, raddoppiando le puntate nella speranza che una sequenza di vittorie finisca scommettendo solo sul colore opposto.

LA STRUTTURA DELLE PUNTATE CHE PORTANO A VITTORIA O SCONFITTA

Usando la mia interpretazione della strategia Martingala, un giocatore di roulette scommette solo due volte quando cerca di trarre profitto da una serie. Ciò significa che perderai solo tre unità (1 e il doppio 2) e con questa strategia si controlla il rischio

Utilizzando questa chiave di lettura della strategia Martingale, i possibili risultati sono:

  1. Una vittoria sulla tua prima puntata opposta alla serie. BBB/scommetti R se il risultato è R vinci. Se hai perso, passa alla puntata successiva.
  2. Una vittoria sulla tua seconda puntata dello stesso tipo. Se perdi, calma, e smetti di puntare!

BBB B/ supponendo che tu abbia perso la tua prima puntata andando verso il colore "in ritardo", ora scommetti lo stesso colore della serie, quindi B. Se vinci ci sarà 5x BBB BB

Se perdi entrambi i tentativi, perdi solo 3 unità e se vinci al primo o al secondo tentativo, guadagnerai 1 unità. Quindi, è una scommessa 1: 1 al primo tentativo e rischiando 3 in totale (prima puntata 1 e seconda puntata 2) per vincere 1 unità al secondo tentativo. Scommetti 2, vinci 4, meno la tua spesa di 3 = 1 unità vincente.

Hai due possibilità di vincere contro le due che ti porterebbero ad una sconfitta.

Per andare in pareggio dovresti vincere tre volte per ogni -3 persa, ma non dimentichiamo che hai due possibilità di ottenere una vittoria con la tua prima scommessa opposta se la serie finisce e la tua seconda scommessa è dello stesso tipo della serie, dovrebbe continuare la serie.

Tirando le somme su come vincere alla roulette la prossima volta che prendi in considerazione l'utilizzo della strategia Martingala, gridando "Rossooooooooooo!"/ "Qualsiasi numero nero!" nella speranza di recuperare le tue precedenti puntate, per non parlare del piccolo profitto che speri di ottenere, ricorda a te stesso il mio approccio alla strategia Martingale.


CONCETTI CHIAVE:

  • Valuta il corretto approccio al metodo Martingala;
  • Ogni tanto una pausa è salutare, tra una puntata e l'altra;
  • Evita di giocare perennemente al raddoppio;
  • Quando una sequenza dura da tanto, non è così improbabile che la stessa continui!
Sull'autore
Di

Stephen R. Tabone

Stephen R. Tabone è uno scrittore britannico, oltre che giocatore d'azzardo professionista e analizzatore di risultati. È autore di due best seller sul baccarat: "The Ultimate Silver Bullet Proof Baccarat Winning Strategy 2.1" e "The Ultimate Golden Secret Baccarat Winning Strategy 3.0".

Nel 2011 Tabone ha ottenuto una laurea triennale con lode in Scrittura creativa e Filosofia all'Università di Greenwich, a Londra. Possiede inoltre degli attestati in ambito giuridico ed economico.